ORATA AL FORNO IN CROSTA DI SALE

foto 4 (5)Vi propongo oggi un modo rapido di cucinare l’orata, che ne esalta il sapore.
Facciamoci eviscerare  dal pescivendolo un’orata di circa 500gr., ma lasciamo le squame, laviamola accuratamente ed inseriamo 2 o 3 di fette di limone.
Mescoliamo ad un kg. di sale grosso la scorza grattugiata di un paio di limoni, versiamoci sopra poca acqua ed amalgamiamo il tutto.
foto 2 (8)Prendiamo una pirofila o una teglia che contenga giusto l’orata, copriamola con uno strato di sale spesso circa un cm., appoggiamoci sopra il pesce, la cui pelle avremo prima strofinato con un po’ di olio, versiamoci sopra il sale rimanente, pigiandolo leggermente ed inforniamo a forno già caldo (220°) per una mezz’ora.
Servire direttamente in tavola, spaccando la crosta di sale.
Con lo stesso metodo possiamo cucinare anche un branzino o un piccolo rombo.
foto 5 (3)

SPUMA DI PROSCIUTTO E SPUMA DI SALMONE

Ottime mousse da proporre come antipasto con un buon vino bianco mosso.
Mettiamo nel bicchiere del frullatore 300gr. di prosciutto cotto magro a pezzetti, uniamo 200gr. di ricotta, 200gr. di mascarpone ed un cucchiaino di succo di limone.
Frulliamo bene il tutto, aggiustiamo di sale se lo riteniamo necessario e mettiamo il composto in una terrina, pronto per essere spalmato su delle fettine di pane a cassetta scaldate in forno.

foto 5Stesso procedimento per la spuma al salmone:
250gr. di salmone affumicato a pezzetti da frullare assieme a 200rg. di mascarpone e 50gr. di ricotta ed un cucchiaino si succo di limone.

TORTA ALLO YOGURT PREPARAZIONI VARIE

foto (43)La ricetta classica prevede un vasetto di yogurt da mescolare con vase 2 uova intere, 2 vasetti di zucchero, 3 vasetti di farina, una bustina di lievito, la grattugia della buccia di un limone o un’arancia ed un pizzico di sale, se piacciono un cucchiaio di uvetta ammollata ed altrettanto di pinoli.

Infornare  in uno stampo da 20cm. di diametro a 180° per 45 minuti circa.
E questa è la base!
Sbizzariamoci ora a fare varianti di ogni genere!
Utilizzando lo yogurt alle nocciole possiamo aggiungere un paio di cucchiaiate di nocciole tritate ed una di cioccolata fondente a pezzetti all’impasto riempiendo poi, poco più che a metà, dei pirottini di carta usati per i muffin in maniera da ottenere, in circa mezz’ora di forno, dei dolcetti ottimi e pratici, da consumare a merenda.
foto (38)
Ottimo l’impasto con yogurt al limone, molta grattugia di limone, da cui ottenere una torta base che tagliata a metà potrà venire cosparsa con lemon curd ed acquistare un sapore tipicamente “britannico”!

foto 2E per l’autunno:vasetti uno yogurt alla vaniglia, 2 vasetti di farina ed uno di farina di castagne, la bustina di lievito, 2 vasetti di zucchero, il pizzico di sale e 2 cucchiaiate di pinoli, da cuocere sempre nei pirottini.

foto (36)A voi ora qualche altra variante!

TORTA DELLE BRICIOLE

foto (33)Ecco una torta rustica di origine germanica da gustare al mattino, accompagnata da una buona marmellata ai frutti di bosco, o con il the delle cinque!
Versiamo in una ciotola 75gr. di burro ammorbidito con 100gr. di farina, 75gr. di zucchero e, a piacere, un cucchiaino di cannella in polvere o una grattatina di scorza di limone.
Lavoriamo il tutto fino ad ottenere un impasto a briciole e mettiamo a riposare in frigorifero per una mezz’ora.
Mettiamo ora nell’impastatrice 500gr. di farina, 100gr. di burro fuso, 150gr. di zucchero, una bustina di lievito vanigliato, 3 uova intere,2dl. di latte ed un pizzico di sale.
Versiamo l’impasto in una tortiera di 25cm. di diametro, precedentemente rivestita con carta da forno, livellandolo bene.
Prendiamo l’impasto dal frigorifero e sbricioliamolo sulla superficie della torta.
Inforniamo a 180° per 45 minuti e lasciamo raffreddare prima di servirla.

SALAME DI TONNO

Una ricetta veloce per un rotolo di tonno adatto ad  una fresca cena estiva.
Frulliamo 300gr. di tonno sott’olio sgocciolato con 3 uova sbattute, 3 cucchiai di latte,  4 cucchiai di pane grattugiato, la scorza grattugiata di un limone ed una bella manciata di prezzemolo tritato.
Aggiustiamo di sale e pepe ed avvolgiamo l’ impasto a forma di salame in un telo di cotone che legheremo ben stretto, capo e coda con dello spago da cucina.
Immergiamo quindi il nostro rotolo in una pentola con acqua bollente leggermente salata e lasciamo bollire per 15 minuti.

 

Estraiamolo dall’acqua, lasciamolo raffreddare, togliamo il telo ed affettiamolo, sistemandolo in un piatto da portata da servire con della salsa verde o maionese con capperi.

Per la SALSA VERDE:  mondiamo e tritiamo un ciuffo di prezzemolo con un cucchiaio di capperi e 3 filetti di acciuga. Mettiamo il tutto in una ciotola, uniamo il succo di mezzo limone e tanto olio di oliva quanto basta ad ottenere una salsa semifluida ottimo accompagnamento al salame di tonno.

TORTA AL LIMONE


Ecco un’altra torta facile e leggera per cominciare dolcemente la giornata.

Prendiamo  4uova e sbattiamole a lungo con 350gr. di zucchero fino a che diventino spumose.
Uniamo  poi 1,5dl. di olio di oliva (o anche di semi se si preferisce un sapore meno deciso), il succo di mezzo limone e la scorza di un limone e per ultimo 200gr. di farina mescolata a 50gr. di fecola e una bustina di lievito vanigliato.
Ottenuto un composto molto omogeneo, versarlo in uno stampo ricoperto di carta da forno ed infornarlo a 180° per 45 minuti o fino a che, inserendo uno stecchino, questo non ne esca pulito.
Tagliata a quadratini può essere un simpatico accompagnamento a delle semplici fragole al limone.

RADICCHIO ROSSO DI TREVISO

E’ una vera prelibatezza invernale, approfittiamone quindi in questi ultimi giorni di questo lungo inverno per farne una scorpacciata  preparandolo in molti modi molto semplici.

A mio marito piace molto semplicemente insalata, ma solamente la parte bianca, quella lunga, da condire rigorosamente con olio, sale e limone.
Molto buono, ma che fare con la parte rossa che rimane e con il pezzetto di radice?
Soffritto naturalmente, utilizzando la cipolla di Tropea dal sapore leggermente dolce in  simpatico contrasto col radicchio.
Io lo preparo così: in una padella scaldo dell’olio di semi a cui aggiungo la cipolla tritata finissima e lascio cuocere a fuoco lento fino a che non cominci ad imbiondire, solo allora unisco il radicchio tritato fine e continuo a cuocere mescolando, dopo aver salato e pepato per una decina di minuti.
Se si dovesse asciugare troppo aggiungo un po’ di acqua.
Questo soffritto, oltre ad essere la base per un gustoso risotto, può venire utilizzato anche quale condimento per una pasta corta o, mescolato ad un purè di patate, anche quello liofilizzato può andar bene, diventa un particolare contorno per un tradizionale arrosto: da provare!