PRELUDIO ALLA PRIMAVERA

foto 1 (5)Fine gennaio, le giornate si allungano e con la luce si intravede…lì…in fondo in fondo…quello che sarà l’inizio della primavera, il risveglio dei fiori.
Cominciamo allora a prepararci in casa prendendo un cestino, rivestendolo all’interno con del nylon, riempendolo di terra e…via con il “risveglio”!
Alloggiamo ora una ederina  sempre verde, simbolo dell’inverno, alcuni bulbi di tulipani a cui daremo il tempo di annunciarci la primavera, un giacinto in procinto di sbocciare e una primula in fiore, nota di allegria.
Ed ora mettiamo la composizione in bella vista per poter osservare giorno dopo giorno i
cambiamenti delle nostre piantine!

VASO CON GAROFANI E IRIS

In queste giornate tremende di pioggia ho cercato di portare un pò di colore primaverile almeno in casa  utilizzando tanti fiori per contrastare il grigiore esterno.
Prendiamo un vaso alto una ventina di centimetri e con una bocca di circa 10cm. di diametro, riempiamolo con dell’oasis bagnata  che faremo sporgere circa un dito.
Inseriamo 15, 20 garofani (disposti 3 o 4 alti, 3 o 4 bassi in maniera da formare una massa fiorita omogenea, ma a piani diversi).
I garofani sono dei fiori che ben si prestano per questo genere di composizioni sia per la loro forma, che per la robustezza e durata e poi ce ne sono di tali e tante varietà e colori che è impossibile non apprezzarli.
Formiamo un’altra massa di fiori con lo stesso sistema utilizzando 12, 15 steli di iris e fra le due inseriamo 12, 15 foglie di aspidistriavariamente arrotolate e fissate con dei punti di una cucitrice cercando di rendere la composizione gradevole grazie all’alternanza delle masse ed al movimento che le foglie verdi riescono a creare, lasciandone anche scendere qualcuna lungo il vaso.
Possiamo sostituire la massa di iris con una formata da 7, 8 girasoli associati a una decina di rametti di ederina variegata possibilmente ben contorta e il sole entrerà a farci compagnia!