COTECHINO IN ZUPPA

foto 2 (7)Vi sono avanzate alcune fette di cotechino e non sapete come riproporle?!
Subito pronta una deliziosa zuppa che ci risolve il dilemma (cotechino come?) e che può tranquillamente fungere da piatto unico.
Prepariamo un trito con una carota, due gambe di sedano, una cipolla dolce, mezzo spicchio di aglio e lasciamo soffriggere leggermente.
Aggiungiamo poi 4-5 cucchiai di lenticchie (preferibilmente quelle piccole di Castelluccio di Norcia), che prima avremo messo a bagno per qualche minuto in acqua tiepida con l’aggiunta di un cucchiaino di bicarbonato, mescoliamo accuratamente e poi copriamo con brodo vegetale e lasciamo sobbollire per circa mezz’ora, aggiungiamo ora una bustina di zafferano, un cucchiaio di concentrato di pomodoro, un pizzico di peperoncino, lasciamo cuocere per 5 minuti ed uniamo una cucchiaiata di prezzemolo trito e 4-5 fette di cotechino già lessato e tagliato a dadini.
Una grossa mescolata e portiamo in tavola bollente!

SALSA TARTARA

foto 2 (4)Prendiamo una mezza cipolla, un cucchiaio di capperi sotto sale ben sciacquati, un cucchiaio di prezzemolo e tritiamo il tutto riducendolo praticamente in poltiglia che mescoleremo assieme a 4 cucchiai di maionese ed infine un cucchiaio di aceto balsamico.
Ottima sulla nostra coda di rospo, ma anche  per nobilitare del semplice pollo lesso o del pesce.

CODA DI ROSPO AL VINO BIANCO

Prendiamo 4 code di rospo da 300gr. l’una, laviamole in acqua salata, asciughiamole bene e tagliamole a fette.foto 4 (3)
Mettiamo in una casseruola con un bicchiere di olio di oliva un trito composto da una cipolla di media grandezza, due spicchi di aglio, una costa di sedano, un mazzetto di prezzemolo e gli aghi di due rametti di rosmarino,foto 5 (1) lasciamo soffriggere dolcemente per una decina di minuti, quindi uniamo le fette di coda di rospo precedentemente passate nella farinafoto 3 (4), condiamo con sale e pepe e facciamole rosolare da ambo le parti, uniamo poi 2 bicchieri di vino bianco secco e continuiamo la cottura in forno a 180° per circa mezz’ora, bagnando ogni tanto il pesce con il suo sugo di cottura.
foto 5 (2)Servire ben caldo volendo guarnito con ciuffi di prezzemolo e qualche fetta di limone.

….e vi propongo un’ottima salsa di accompagnamento….

FONDI DI CARCIOFO CON RADICCHIO

Cuocere 6 fondi di carciofo ben mondati in 4 cucchiai di olio di oliva, uno spicchio di aglio, salare, coprire di acqua o brodo, lasciando poi cuocere con il coperchio per 10 minuti, scoperchiare e continuare la cottura fino a completa evaporazione del liquido di cottura spolverizzando con un trito di prezzemolo.
Nel frattempo preparare un battuto con ¼ di cipolla bianca e una decina di radici di radicchio e lasciar soffriggere in una padella con 3 cucchiai di olio di oliva, aggiungere 3 cucchiai di brodo e continuare la cottura per una decina di minuti.
Riempire con questo composto i fondi di carciofo che avremo sistemato, bollenti, su di un piatto da portata e serviamo subito. foto (24)

RATATOUILLE SEMPLICE

RATATOUIE 1Tagliamo una cipolla rossa abbastanza sottile e mettiamola a cuocere in una padella con 4 cucchiai di olio di oliva, aggiungendo un paio di cucchiai di acqua, per 5 minuti; tagliamo a cubetti  2 melanzane e 3 piccole zucchine, versiamo nella padella con le cipolle, facciamo cuocere altri 5 minuti quindi uniamo 5-6 pomodorini tagliati a pezzetti e continuiamo la cottura ancora una decina di minuti salando e pepando a piacere.
Poco prima della fine della cottura spezzettiamo alcune foglie di basilico.
RATATOUIE 2E’ così pronto un ottimo accompagnamento a carni o pesci cucinati in maniera non troppo elaborata.

VELLUTATA DI LATTUGA

Ecco un’altra vellutata facile e gustosa, adatta prima di un secondo a base di cacciagione per il suo sapore delicato.
Affettare sottilmente una cipolla rossa di Tropea, 600gr. di lattuga ben lavata e mettere a soffriggere con 5 cucchiai di olio.
Mescolare e aggiungere un paio di cucchiai di brodo, lasciar cuocere lentamente per un quarto di ora, aggiungendo ancora brodo, se necessario.
Nel frattempo preparare una besciamella con 30gr. di burro, 3 cucchiai di farina e 1/2 litro di latte intero. Quando è pronta aggiungere la lattuga mescolando forte.
Frullare il tutto ed aggiungere brodo fino alla consistenza voluta.
Servire con gli immancabili crostini.
Se vogliamo renderla piatto più importante prepariamo una cremina con 2 rossi di uovo ben sbattuti assieme a 2 cucchiai di grana grattugiato e 2dl. di panna ed aggiungiamola alla nostra vellutata: provare per credere.

FETTE DI PESCE SPADA ALLA MEDITERRANEA

Soddisfiamo  la nostra voglia di un piatto di pesce con una ricetta facile, ma di sicuro effetto e bontà

Cominciamo col pelare una cipolla di tropea, la affettiamo e la tritiamo bene, la mettiamo in una ciotola e condiamo con una manciata di capperi e qualche goccia di aceto.
Laviamo e tagliamo a fette 6 pomodori a grappolo (se la buccia fosse troppo consistente meglio pelarli),e appoggiamo alcune fette su un piatto in cui poi metteremo 2  fette di pesce spada del peso di circa 2 hg. scottate da ambo le parti  su di una padella antiaderente per una ventina di minuti (il tempo di cottura varia a seconda delle preferenze).
Tagliamo a piccoli pezzi gli altri pomodori condiamoli con olio extravergine di olivasale e origano ed uniamoli alla cipolla, mescolando delicatamente.

Adagiamo ora le fette di pesce spada cotte sul piatto sopra ai pomodori leggermente conditi con sale e olio, coprire con la cipolla con i capperi e i pomodori e portiamo subito in tavola.