CRUMBLE DI VERDURE

CRUMBLE quelle bricioline di pasta dolce che coprono generalmente della frutta affettata distesa in una pirofila.  Oggi invece vi propongo una ricetta di un crumble un pò particolare, salato, da servire anche come gustoso primo piatto quando a seguire abbiamo un secondo particolarmente importante.

Prendiamo un porro di medie dimensioni e tagliamolo a rondelle sottili, facciamo altrettanto con 2 gambi di sedano ed affettiamo sempre sottile 200 gr. di verza, mettiamo il tutto in  una padella con dell’olio di semi, sale e pepe  e facciamo cuocere le verdure per una ventina di minuti, aggiungendo se necessario un pò di acqua per ammorbidire.
Versiamo ora le verdure in una pirofila leggermente unta con dell’olio e accingiamoci a preparare la pasta per il crumble.
In una terrina mettiamo 100 gr. di burro ammorbidito, lo mescoliamo con 100 gr. di grana grattugiato ed aggiungiamo 200 gr. di farina. Impastiamo velocemente il tutto con le mani fino ad ottenere delle bricioline di pasta con cui cospargeremo le nostre verdure precedentemente messe nella pirofila.
Inforniamo a forno già caldo (180°) per 3/4 d’ora e poi ….tutti a tavola!

CRUMBLE DI MELE

Il famoso apple crumble, tipico dolce inglese, veramente squisito ed anche di facile realizzazione.

Cominciamo col prendere 4 belle mele non troppo sugose, peliamole e tolto il torsolo affettiamole sottilmente.
Imburriamo una tortiera del diametro di 22 cm. e disponiamo le mele e cospargiamo con un cucchiaio di zucchero di canna ed una grattatina di buccia di limone.
Prepariamo ora la pasta: in una terrina lavoriamo con le mani 100 gr. di burro ammorbidito con 200 gr. di farina ed un pizzico di sale fino ad ottenere delle briciole grossolane da distribuire sopra le mele.
Infornare a 180° (forno preriscaldato) per 50 minuti e lasciar intiepidire o raffreddare prima di servire.
Ottimo accompagnato da una salsa alla vaniglia o da una pallina di gelato alla vaniglia o alla cannella !

FETTE DI PESCE SPADA ALLA MEDITERRANEA

Soddisfiamo  la nostra voglia di un piatto di pesce con una ricetta facile, ma di sicuro effetto e bontà

Cominciamo col pelare una cipolla di tropea, la affettiamo e la tritiamo bene, la mettiamo in una ciotola e condiamo con una manciata di capperi e qualche goccia di aceto.
Laviamo e tagliamo a fette 6 pomodori a grappolo (se la buccia fosse troppo consistente meglio pelarli),e appoggiamo alcune fette su un piatto in cui poi metteremo 2  fette di pesce spada del peso di circa 2 hg. scottate da ambo le parti  su di una padella antiaderente per una ventina di minuti (il tempo di cottura varia a seconda delle preferenze).
Tagliamo a piccoli pezzi gli altri pomodori condiamoli con olio extravergine di olivasale e origano ed uniamoli alla cipolla, mescolando delicatamente.

Adagiamo ora le fette di pesce spada cotte sul piatto sopra ai pomodori leggermente conditi con sale e olio, coprire con la cipolla con i capperi e i pomodori e portiamo subito in tavola.

TORTA AL LIMONE

In una ciotola unire a 100 gr. di burro ammorbidito 100 gr. di zucchero e 2 uova intere .
Mescolare energicamente fino ad ottenere una morbida crema, quindi un pò alla volta aggiungere 250 gr. di farina in cui è stata versata una bustina di lievito vanigliato.
Ottenuto un composto liscio senza grumi, versare 1 dl. di succo di limone filtrato, mescolare ancora bene e versare poi il tutto in uno stampo di 20 cm. di diametro precedentemente unto e leggermente infarinato.
Infornare a 180° (forno già caldo, mi raccomando) per 50 minuti.
Mettere su di un piatto o una alzatina, volendo spolverizzare con zucchero a velo.

POLENTINE ALLA SALVIA

Un simpatico contorno per secondi saporiti quali fegato con cipolla, rognone al cognac,ma anche brasati vari o arrosti di maiale. A voi scegliere…

Far bollire in una casseruola 3 ml. di latte con 4 ml. di brodo di verdura, salare e buttare 200 gr. di farina di mais mescolando energicamente per 10 minuti.
Lasciar raffreddare poi incorporare 80 gr. di grana grattugiato e una decina di foglie di salvia tritate.

Prendere delle formine per biscotti, ungerle con del burro mettere al centro una foglia di salvia e distribuirvi sopra la polenta ancora calda. Una volta raffreddato porlo in frigorifero per una mezz’ora o più.
Staccare la polenta dalle formine e passarla in forno a 180° per 15 min.
Le nostre polentine sono pronte per essere trasferite su di un piatto da portata a complemento della carne scelta.

STUZZICHINO DI PRUGNE

Uno stuzzichino assolutamente da provare e che ha una singolare storia.
Giorni fa infatti mia figlia mi aveva chiesto una ricetta semplice per un antipasto veloce,mi trovavo al supermercato davanti allo scaffale della frutta secca e lo sguardo mi cade su una confezione di prugne snocciolate.
IDEA. Ecco lo stuzzichino della cui esistenza ormai mi ero quasi dimenticata, basta arrotolare una fettina di speck affumicato non troppo magro o in alternativa della pancetta attorno ad una prugna e fissare con uno stecchino, salare,  far rosolare velocemente in una padella antiaderente e voilà, l’antipasto è pronto. Subito telefono a Laura, le spiego la ricetta e… una gran risata! Nello stesso momento una sua amica con cui stava pranzando le aveva suggerito la stessa identica ricetta avuta anni prima da una signora tedesca. Se non è una strana coincidenza questa!
Gli stuzzichini sono stati preparati ed anche molto apprezzati.
Provare per credere.

ZUPPA DI ZUCCA E CAVOLO NERO

TEMPO DI ZUPPE FUMANTI !

Il freddo ha cominciato a farsi sentire, si sta bene rintanati in casa, un bel maglione grosso a sfogliare ricette di zuppe, minestre varie, calde, gustose, ricche che ci riscaldano dall’interno.
Fa piacere lasciarle bollire lentamente sul fornello, sui vetri il vapore si condensa  lasciandoci  intravvedere un mondo sfuocato, senza contorni netti, possiamo farci trasportare dai sogni……
…… ma, tornando alla realtà, mettiamo mano ai fornelli e allora vi propongo una facile zuppa  a base di zucca e cavolo nero,una vera prelibatezza che mi ha insegnato la mia amica Silvia.

ZUPPA DI ZUCCA E CAVOLO NERO
Prendiamo la parte bianca di un piccolo porro , tagliamola finemente e facciamola rosolare in una padella con 3 cucchiai di olio.
Aggiungiamo 8 etti di polpa di zucca tagliata a dadini, saliamo e lasciamo rosolare per 5 minuti, uniamo 10, 12 foglie di cavolo nero, senza coste, tagliato a pezzetti e continuamo  a cuocere.
Frulliamo ora 2 etti di ceci lessati o fagioli (possono andar bene anche quelli in scatola!) e aggiungiamoli alle verdure assieme ad 1 etto di ceci lessati o fagioli, ma interi.
Versiamo l.2 di brodo bollente e lasciamo bollire lentamente per circa un’ora.
Se vogliamo possiamo aggiungere alcuni cucchiai di passata di pomodoro. Serviremo poi con crostini di pane toscano leggermente fritti in un buon olio di oliva e una abbondante spolverata di grana grattugiato.