AROMATICHE IN CUCINA

COMPOSIZIONE CON: una piantina di peperoncino,aglio, salvia, rosmarino, timo, alloro, erba luigia, ecc.

Come allestirla:
prendiamo un cestino, rivestiamolo con della plastica robusta e poi inseriamo dell’oasis (spugna da fioristi) ben bagnata seguendo la forma del cestino.
Cominciamo coll’inserire il vasetto di peperoncini, posizioniamo ora i rametti di rosmarino lungo il lato  posteriore, inseriamo dei rami di erba luigia o di alloro, sempre sul dietro della composizione, mettiamo dei ciuffi di salvia più bassi dei rami precedenti e davanti, qualche rametto di timo lungo il bordo e le teste di aglio infilzate in uno spiedino ad alleggerire il tutto.
Sarà sufficiente cambiare i rami quando si seccano per avere il nostro piccolo orto di aromatiche sempre pronto!

GIACINTI IN INVERNO

Che ne dite di rallegrare l’inverno con qualche fiore primaverile?
Andiamo subito da un vivaista e scegliamo dei grossi bulbi di giacinti, in commercio ci sono innumerevoli varietà, a fiori semplici, doppi, piccoli o grandi e con una gamma di colori che variano dal rosa al bianco, dal rosso al viola al blu, e alcuni anche gialli.
Prendiamo dunque i nostri bulbi e prepariamoci a piantarli… in acqua.
Sì, avete letto bene; se volete che in poco tempo i vostri bulbi fioriscano, prendete un vaso di vetro, in commercio ne esistono di appositi che impediscono al bulbo di venire a contatto diretto con l’acqua, ma permettono alle radici di svilupparsi nell’acqua stessa e da essa trarre le sostanze nutritive necessarie allo sviluppo del fiore (coltura idroponica).
Una volta posizionato il bulbo sistemare il vaso al buio, avendo l’accortezza di coprire il nostro bulbo con un cono di carta scura.
Lasciamolo “lavorare”, controllando sempre il livello dell’acqua che, non dimentichiamolo, non deve mai toccare il bulbo.
All’apparire delle prime infiorescenze togliamo il cono, portiamo il vaso alla luce in un posto luminoso ed in cui poter ammirare i fiori che nel giro di poco tempo cominceranno a sbocciare inondando la casa con il loro inconfondibile profumo.

Piantandoli ora saranno in fiore per Natale.

Se abbiamo più pazienza possiamo possiamo prendere un vaso di vetro trasparente, mettere sul fondo un dito di terriccio, poi uno di sabbia ed infine riempire con della ghiaia in cui “piantare” i bulbi, senza che mai il bulbo venga a contatto con l’acqua.
Usare poi le stesse precauzioni che sono consigliate per la coltura idroponica.

Sappiatemi dire!

E’ TEMPO DI ZUCCHE

Autunno, tempo di zucche: zucche grandi, zucche piccole, zucche decorative, zucche da gustare è un mondo allegro e colorato quello che ci si apre in questa stagione.
Approffittiamone per allestire la composizione  che vi ho suggerito e per preparare un buon piatto di gnocchi, sempre con le zucche.

 

GNOCCHI CON LA ZUCCA

Ingredienti:kg. 1 di zucca pulita e lessata, 500gr. di ricotta,400gr. di farina bianca, 4 uova, 60gr. di  formaggio grana grattugiato, sale.

Procedimento: passare la zucca allo schiacciapatate, unire la ricotta e mescolare bene.
Aggiungere un uovo intero alla volta, il parmigiano ed infine la farina setacciata fino ad ottenere un composto consistente.
Prepariamo una pentola con acqua salata bollente e aiutandoci con due cucchiai da tè formiamo degli gnocchetti che butteremo a cuocere.
Quando verranno a galla scoliamoli e condiamoli a piacere.
A me personalmente piacciono molto con burro fuso leggermente brunito e semi di papavero in abbondanza e perchè no?…una grattugiatina di ricotta affumicata, tipici sapori di montagna.
Provate e sappiatemi dire.

COMPOSIZIONE DI FIORI …NELLA ZUCCA

Approfittiamo di questi giorni autunnali per fare qualche passeggiata sui colli e…perchè no, rifornirci di materiale per qualche colorata composizione floreale.
E allora via, con cestino e cesoie cercando bacche,rami con foglie colorate o frastagliate,castagne e per contenitore una bella zucca giallo arancione (cucurbita maxima), ce ne sono di tutte le misure, sta in noi cercare la dimensione che si adatta al materiale che abbiamo e al posto dove la collocheremo.
Individuata la nostra zucca rotonda(perfetta se ha una base piatta),cominciamo col tagliare la parte superiore e scaviamo all’interno per eliminare la polpa.Mi raccomando un po’ di pazienza e”gentilezza”, per non forare la buccia!

Ed ora divertiamoci a formare la composizione inserendo dapprima i rami autunnali (io qui ho usato quercia) che dovranno dare la forma alla composizione stessa, ricordandoci che l’altezza massima dei rami non deve superare il doppio dell’altezza della zucca.
Sistemate i rami con le bacche in maniera simmetrica (pyracanta è particolarmante generoso!), qualche rametto di edera con le bacche  e per finire qualche ciuffo piumoso di cotinus
Buon lavoro!

VASO CON OLIVE E FIORI

Prendiamo un vaso di vetro trasparente,riempiamolo
con una gran quantità di olive verdi, aggiungere dell’acqua e poi cominciare a sistemare delle belle rose non troppo vicine fra loro.
E’ una semplice composizione di sicuro effetto da sistemare su un angolo del buffet, per un simpatico pranzo in piedi.
Possiamo sbizzarrirci giocando con le forme dei vasi, anche un semplice barattolo in vetro dello yogurt o qualche vecchio bicchiere scompagnato diventa carino e ci può essere utile per allestire un centro tavola della dimensione più adatta alla nostra tavola,giocando sul n° dei vasi e mettendo in ognuno i fiori a diverse altezze.
Il colore dei fiori sarà da abbinare al tovagliato, ai piatti in maniera da creare un insieme armonioso.
Per queste composizioni ho usato del sedum maximum e del velo da sposa anch’esso sui toni del rosa per creare qualcosa di leggero nel vaso più grande.

Sempre sedum,velo da sposa unito a roselline e rose nei vasi più piccoli, per avere un pò di contrasto.
Adesso … a voi !

CENTROTAVOLA CON ORTENSIE

E’ ora di tagliare gli ultimi fiori delle ortensie, i cui colori stanno virando al verde …
…e così abbiamo materiale per inventarci un simpatico centro tavola dal sapore autunnale e di lunga durata. Se poi useremo qualche ciotolo preso sulla spiaggia questa estate o lungo un torrente e un ramo trovato sulla battigia e levigato dal mare, o raccolto nel bosco, avremo un ricordo della nostra estate ed un decoro assolutamente personale.