POESIA di ROSALINA PIANEZZE

Quanto è bello riuscire a scrivere con poche, semplici parole un nostro stato d’animo, un desiderio, una sensazione.
Questo è ciò che ammiro in Rosalina Pianezze, la “poetina dei monti”, come ama definirsi lei stessa; in poche righe riesce a trasmettere ciò che sente e che spesso anche noi proviamo, con un tratto dolce, ma deciso, determinato, che lascia spazio però anche a chi legge di “intrufolarsi” in alcuni stati d’animo riuscendo a volte a farli propri.
Grazie Rosy, continua a pennellare con la tua matita, con la tua penna stilografica!

Da “LA CASA DEGLI ECHI”
Solo un cantuccio del tuo cuore:
ti prego, io mi farò piccola
come un insetto
come una lacrima
come una foglia
come un sospiro
io mi farò piccola
come quando ero piccola
e starò lì buona buona
lo giuro: senza disturbare!

NATALE : una poesia di Tommaso Cevese

Natale variopinto di luci colorate
Trame luminose fra le vie cittadine
Su pini solitari / nel calore delle case.
Natale di regali attesi e di sorprese
Di visite fugaci a parenti sconsolati
Nel tempo sempre uguale dell’ospizio.
Natale smarrito
Fra ritornelli d’auguri e allegre compagnie.
Natale antico
Lassù nelle contrade / bianco silenzio
E immacolato.
Accanto al camino / un piccolo presepe
Raccolto nel muschio / del bosco vicino.
Uno sguardo incantato e sospeso
Ammira le statuette
Il bue e l’asinello / Maria e Giuseppe
I pastori in festa e Gesù Bambino
Mentre ascolta la fiaba più bella
Che racchiude il senso del nostro destino.

Il rintocco ovattato di campane  lontane
Stempera e scioglie ombre di cuori.
Come fiocchi disegnati
Dalla fantasia del cielo
Volano i pensieri / alla notte più chiara
Ove brillò una luce di stella.
Nel segreto d’una culla / di ruvida paglia
Gemito divino / tra lo stupore terreno.

BUON

NATALE

A TUTTI