ORATA AL FORNO IN CROSTA DI SALE

foto 4 (5)Vi propongo oggi un modo rapido di cucinare l’orata, che ne esalta il sapore.
Facciamoci eviscerare  dal pescivendolo un’orata di circa 500gr., ma lasciamo le squame, laviamola accuratamente ed inseriamo 2 o 3 di fette di limone.
Mescoliamo ad un kg. di sale grosso la scorza grattugiata di un paio di limoni, versiamoci sopra poca acqua ed amalgamiamo il tutto.
foto 2 (8)Prendiamo una pirofila o una teglia che contenga giusto l’orata, copriamola con uno strato di sale spesso circa un cm., appoggiamoci sopra il pesce, la cui pelle avremo prima strofinato con un po’ di olio, versiamoci sopra il sale rimanente, pigiandolo leggermente ed inforniamo a forno già caldo (220°) per una mezz’ora.
Servire direttamente in tavola, spaccando la crosta di sale.
Con lo stesso metodo possiamo cucinare anche un branzino o un piccolo rombo.
foto 5 (3)

CODA DI ROSPO AL VINO BIANCO

Prendiamo 4 code di rospo da 300gr. l’una, laviamole in acqua salata, asciughiamole bene e tagliamole a fette.foto 4 (3)
Mettiamo in una casseruola con un bicchiere di olio di oliva un trito composto da una cipolla di media grandezza, due spicchi di aglio, una costa di sedano, un mazzetto di prezzemolo e gli aghi di due rametti di rosmarino,foto 5 (1) lasciamo soffriggere dolcemente per una decina di minuti, quindi uniamo le fette di coda di rospo precedentemente passate nella farinafoto 3 (4), condiamo con sale e pepe e facciamole rosolare da ambo le parti, uniamo poi 2 bicchieri di vino bianco secco e continuiamo la cottura in forno a 180° per circa mezz’ora, bagnando ogni tanto il pesce con il suo sugo di cottura.
foto 5 (2)Servire ben caldo volendo guarnito con ciuffi di prezzemolo e qualche fetta di limone.

….e vi propongo un’ottima salsa di accompagnamento….

STRACCETTI DI VITELLO ALLE MANDORLE

Prendiamo 300gr. di straccetti di vitello e passiamoli in 2 cucchiai di farina. Versiamo 4 cucchiai di olio di semi in una padella di 18cm. di diametro, scaldiamolo bene e mettiamo gli straccetti, saliamo leggermente,

foto 1 (4) rigiriamo e, una volta rosolati da ambo le parti, uniamo 3 cucchiai di mandorle a lamellefoto 2 (3)

 

ed 1 cucchiaio di marsala.foto 3 (2)

Lasciamo insaporire un paio di minuti e serviamo subito.

SALAME DI TONNO

Una ricetta veloce per un rotolo di tonno adatto ad  una fresca cena estiva.
Frulliamo 300gr. di tonno sott’olio sgocciolato con 3 uova sbattute, 3 cucchiai di latte,  4 cucchiai di pane grattugiato, la scorza grattugiata di un limone ed una bella manciata di prezzemolo tritato.
Aggiustiamo di sale e pepe ed avvolgiamo l’ impasto a forma di salame in un telo di cotone che legheremo ben stretto, capo e coda con dello spago da cucina.
Immergiamo quindi il nostro rotolo in una pentola con acqua bollente leggermente salata e lasciamo bollire per 15 minuti.

 

Estraiamolo dall’acqua, lasciamolo raffreddare, togliamo il telo ed affettiamolo, sistemandolo in un piatto da portata da servire con della salsa verde o maionese con capperi.

Per la SALSA VERDE:  mondiamo e tritiamo un ciuffo di prezzemolo con un cucchiaio di capperi e 3 filetti di acciuga. Mettiamo il tutto in una ciotola, uniamo il succo di mezzo limone e tanto olio di oliva quanto basta ad ottenere una salsa semifluida ottimo accompagnamento al salame di tonno.

SCALOPPINE ALL’ACETO BALSAMICO

Prepariamo 6 fettine di vitello leggermente battute,  condiamole con sale e pepe e passiamole in un velo di farina. E’ molto importante infarinare le scaloppine proprio al momento di cucinarle.
Mettiamo sul fuoco  una casseruola in cui le fettine possano stare allineate in un solo strato e facciamo sciogliere 50gr. di burro e un paio di cucchiai di olio di semi, quando il tutto sarà ben caldo immergiamo le scaloppine, facendole cuocere a fuoco vivace da ambo le parti.
Bagnamo con 2 cucchiaiate di aceto balsamico, lasciamo evaporare e portiamo a completa cottura aggiungendo ½ tazza di brodo, non grasso e bollente.
Servirle accompagnate dal loro sughetto di cottura.
Oggi niente foto, le scaloppine non erano particolarmente fotogeniche, ma buone sì!

FETTINE DI MAIALE CON LE MELE

Prendiamo 4 mele (meglio se della qualità Annurcha o Gala ), laviamole togliamo il torsolo e tagliamole a spicchi di 1cm. di spessore, facciamole quindi rosolare in una padella con 60gr. di burro.
Dopo 5 minuti di cottura uniamo un cucchiaio di miele, 1/2  bicchiere di Calvados e lasciamo evaporare.
Saliamo e pepiamo e continuiamo la cottura a fuoco lento fino a che le mele si ammoridiscono, senza però disfarsi.
Prendiamo ora 6 fettine di filetto di maiale non troppo sottili e facciamole rosolare in una nuova padella da ambo le parti con un pò di burro, versiamo ancora 1/2 bicchiere di Calvados, lasciamo evaporare, saliamo e pepiamo a piacere e mettiamo il tutto in un piatto da portata dove prima abbiamo sistemato le mele calde.
La carne di maiale si presta molto bene ad essere utilizzata per preparare pietanze dal sapore agrodolce, che in inverno sono particolarmente piacevoli.

FETTE DI PESCE SPADA ALLA MEDITERRANEA

Soddisfiamo  la nostra voglia di un piatto di pesce con una ricetta facile, ma di sicuro effetto e bontà

Cominciamo col pelare una cipolla di tropea, la affettiamo e la tritiamo bene, la mettiamo in una ciotola e condiamo con una manciata di capperi e qualche goccia di aceto.
Laviamo e tagliamo a fette 6 pomodori a grappolo (se la buccia fosse troppo consistente meglio pelarli),e appoggiamo alcune fette su un piatto in cui poi metteremo 2  fette di pesce spada del peso di circa 2 hg. scottate da ambo le parti  su di una padella antiaderente per una ventina di minuti (il tempo di cottura varia a seconda delle preferenze).
Tagliamo a piccoli pezzi gli altri pomodori condiamoli con olio extravergine di olivasale e origano ed uniamoli alla cipolla, mescolando delicatamente.

Adagiamo ora le fette di pesce spada cotte sul piatto sopra ai pomodori leggermente conditi con sale e olio, coprire con la cipolla con i capperi e i pomodori e portiamo subito in tavola.