SALVIA FRITTA

Complici le interminabili piogge di questa primavera, la salvia in orto sta producendo foglie di una grandezza esagerata: stupende per preparare un fritto veramente squisito!
Accingiamoci dunque a preparare una pastella speciale.
In una ciotola uniamo a 100gr. di farina un cucchiaio di farina di riso, 10dl. di acqua minerale gasata, 10dl. di birra, un cucchiaio di olio di oliva ed un pizzico di sale.
Mescoliamo energicamente per evitare la formazione di grumi e quando la pastella sarà ben fluida mettiamola a riposare per un paio di ore in frigorifero coperta con un panno.
Prendiamo le grandi foglie di salvia. Immergiamole nella pastella fino a che non siano ben ricoperte e tuffiamole in abbondante olio bollente,  rigiriamole, estraiamole e mettiamole ad asciugare dall’olio in eccesso su dei fogli di carta apposita per fritti.
Posiamole su di un grande piatto salandole leggermente.
Un aperitivo veramente notevole!

PLUME CAKE SALATO

Plume cake salato da tagliare a fette su cui spalmare mousse salate varie o pomodorini secchi sott’olio, una vera delizia per un aperitvo un pò particolare.
Prendiamo un vasetto di yogurt naturale intero e versiamolo in una terrina, aggiungiamo 2 uova intere ben sbattute, 3 vasetti di yogurt riempiti di farina setacciata a cui è stata aggiunta una bustina di lievito per torte salate, 2 vasetti di yogurt riempiti di grana grattugiato ed infine quando il composto è ben amalgamato uniamo un vasetto di yogurt pieno di olio di semi. Mescoliamo accuratamente e versiamo in uno stampo da plume cake di 30cm. rivestito di carta da forno.
In forno già caldo (180°) per 35 minuti.
Lasciar raffreddare prima di tagliare a fette.

STUZZICHINO DI PRUGNE

Uno stuzzichino assolutamente da provare e che ha una singolare storia.
Giorni fa infatti mia figlia mi aveva chiesto una ricetta semplice per un antipasto veloce,mi trovavo al supermercato davanti allo scaffale della frutta secca e lo sguardo mi cade su una confezione di prugne snocciolate.
IDEA. Ecco lo stuzzichino della cui esistenza ormai mi ero quasi dimenticata, basta arrotolare una fettina di speck affumicato non troppo magro o in alternativa della pancetta attorno ad una prugna e fissare con uno stecchino, salare,  far rosolare velocemente in una padella antiaderente e voilà, l’antipasto è pronto. Subito telefono a Laura, le spiego la ricetta e… una gran risata! Nello stesso momento una sua amica con cui stava pranzando le aveva suggerito la stessa identica ricetta avuta anni prima da una signora tedesca. Se non è una strana coincidenza questa!
Gli stuzzichini sono stati preparati ed anche molto apprezzati.
Provare per credere.